Indice del forum

Ass. Culturale "Ath-an"
Ath-an Forum
Menu
Indice del forumHome
FAQFAQ
Lista degli utentiLista degli utenti
Gruppi utentiGruppi utenti
CalendarioCalendario
RegistratiRegistrati
Pannello UtentePannello Utente
LoginLogin

Quick Search

Advanced Search

Links
Sample Link 1
Sample Link 2

Who's Online
[ Amministratore ]
[ Moderatore ]

Utenti registrati: Nessuno

Google Search
Google

http://www.phpbb.com
Recensione personale - Il diario di Bobby Sands

 
Questo forum è chiuso. Non puoi inserire, rispondere o modificare i Topics   Topic chiuso    Indice del forum -> Letture
Precedente :: Successivo  
Autore Messaggio
terronista[/b], ')">terronista
Amministratore


Età: 35
Registrato: 19/05/07 13:29
Messaggi: 67
Località: CT

MessaggioInviato: Dom Mag 27, 2007 1:52 pm    Oggetto:  Recensione personale - Il diario di Bobby Sands
Descrizione:
Rispondi citando

Recensione Personale.

Il diario di Bobby Sand."un giorno della mia vita"
L'inferno del carcere e la tragedia dell'Irlanda in lotta.
Feltrinelli, Milano marzo 1996.

Introduzione di Sean MacBride.
Traduzione e cura di Silvia Calamati.
Titolo dell'opera originale: ONE DAY IN MY LIFE.
Prima edizione nell'«Universale Economica» - ONDE marzo 1996.



Riporto questa personale recensione di uno dei libri più belli che abbia mai letto.Ma andiamo per ordine,sicuramente molti di voi non conosceranno Bobby Sand, sicuramente non ne hanno mai sentito parlare e sicuramente non hanno mai letto questo nome nei libri di scuola!



Ecco chi era Bobby Sands:

Nato ad Abbots Cross, sobborgo settentrionale di Belfast e cresciuto nel quartiere a maggioranza protestante di Rathcoole, si trasferì diverse volte con la sua famiglia a causa delle costanti intimidazioni subite dai Lealisti protestanti, nonostante non sia stato mai chiaro se i Sands fossero cattolici, dato che il loro cognome deriva dal nonno paterno di Bobby, che era protestante. Lasciata la scuola, Bobby Sands divenne un apprendista capo cantiere, finché non fu costretto a lasciare, per le minacce dei lealisti.Nel 1972, all' apice dei tumulti aderì al PIRA (Provisional Irish Republican Army), e divenne membro del Primo Battaglione della Brigata Belfast ma nello stesso anno venne arrestato e rimase in carcere senza processo fino al 1976.
Al suo rilascio fece ritorno in famiglia, a Twinbrook nella parte ovest di Belfast, dove divenne un attivista della comunità. Era fuori di prigione da solo un anno quando venne nuovamente arrestato. Anche se le accuse più gravi a suo carico vennero lasciate cadere, venne processato per possesso di armi da fuoco (lui e altri quattro erano in una autovettura nella quale venne rinvenuta una pistola) nel settembre 1977 e condannato a 14 anni di carcere.Sands scontò la pena nel carcere di Long Kesh, ribattezzato dagli inglesi Maze, quando avevano costruito la parte nuova del carcere, costituita da 8 edifici a forma di H, che divennero tristemente noti come H-Blocks o Blocchi H . In prigione Sands divenne uno scrittore di giornalismo e poesia, i cui articoli, critti su pezzi di carta igienica e fatti uscire dal carcere con numerosi stratagemmi, vennero pubblicati dal giornale repubblicano An Phoblacht. All' inizio dello sciopero della fame del 1980 Sands, già PRO (Public Relations Officer) dei detenuti, venne scelto come OC (Officer Commanding), ufficiale comandante dei prigionieri dell'IRA a Long Kesh. Divenne anche un cattolico sempre più zelante, che un giorno (secondo lo scrittore e politico irlandese, Conor Cruise O'Brien) ricevette la visita di un sacerdote della contea di Kerry che gli portò un'icona di "Nostra Signora", la quale, gli disse, avrebbe dato a Sands la forza di liberare il suo "popolo oppresso" (in Irlanda del Nord).I prigionieri dell'IRA avevano organizzato una serie di proteste per cercare di riottenere lo status di prigionieri politici che gli inglesi avevano abolito per tutti i crimini commessi dopo il 1 marzo 1976, e non essere soggetti alle normali regole carcerarie. Queste iniziarono con la blanket protest ( "protesta delle coperte" ) nel 1976, quando i prigionieri si rifiutarono di indossare le uniformi e indossavano solamente una coperta. Nel 1978 i detenuti iniziarono la dirty protest ( "protesta dello sporco" ),escalation della protesta, che vide i prigionieri vivere nello squallore. Essi spalmavano gli escrementi sui muri delle celle e buttavano l' urina sotto le porte, poiché venivano picchiati duramente dai secondini quando lasciavano le celle per andare al bagno. Dopo più di 4 anni di vita in condizioni disumane, i detenuti decisero di risolvere la questione una volta per tutte e il 27 ottobre 1980 iniziarono il primo sciopero della fame. Guidati da Brendan Hughes, OC dei detenuti dell' IRA, sette detenuti ( 6 dell' IRA e 1 dell' INLA ) digiunarono per 53 giorni fino al 18 dicembre, quando, con uno di loro (Sean McKenna) in fin di vita, decisero di terminare il digiuno sulla base di indefinite promesse del governo britannico che, una volta finito lo sciopero, non mise in pratica i cambiamenti annunciati nel regime carcerario.Il secondo sciopero della fame iniziò quando Sands, diventato OC al posto di Hughes all' inizio del primo sciopero, rifiutò il cibo il 1 marzo 1981. Sands decise che gli altri prigionieri avrebbero dovuto unirsi allo sciopero ad intervalli regolari, allo scopo di aumentare l'impatto "pubblicitario", con i prigionieri che peggioravano costantemente e morivano su un arco di molti mesi.
Poco dopo l'inizio dello sciopero, Frank Maguire, membro del parlamento britannico per Fermanagh-South Tyrone (un repubblicano irlandese indipendente) morì e si svolse un'elezione suplettiva. Sands venne nominato come candidato anti-H-Block, e vinse il seggio il 9 aprile 1981 con 30.492 voti, contro i 29.046 del candidato dell'Partito Unionista dell'Ulster, Harry West. Il governo britannico cambiò la legge non molto dopo, introducendo il Representation of the People Act. Questo proibiva ai prigionieri di partecipare alle elezioni, e richiedeva un periodo di cinque anni dal termine della pena, prima che un ex detenuto potesse candidarsi.Tre settimane dopo, Sands morì di inedia nell'ospedale della prigione, dopo 66 giorni di sciopero della fame. L'annuncio della sua morte diede il via a diversi giorni di rivolta nelle zone nazionaliste dell'Irlanda del Nord. Oltre 100.000[1] persone si schierarono lungo il percorso del suo funerale, dalla casa di Sands a Twinbrook, West Belfast, fino al cimitero cattolico di Milltown, dove sono sepolti tutti i volunteers dell'IRA di Belfast. Sands fu membro del Parlamento di Westminster per venticinque giorni — uno dei mandati più brevi della storia. Lasciò i genitori, i fratelli (una sorella, Bernadette, era all' epoca latitante nell' Eire e avrebbe poi sposato Michael McKevitt, Quartiermastro Generale della Provisional IRA che, nel 1996, in disaccordo con la strategia del processo di pace elaborata da Gerry Adams e Martin McGuinness, aveva lasciato l' organizzazione per dare vita, con altri dissidenti, alla Real IRA, responsabile nel 1998 della strage di Omagh) e un figlio piccolo, Gerard, nato dal suo matrimonio che era finito durante il suo secondo periodo in carcere.Altri nove uomini ( 6 dell'IRA e 3 dell'INLA) morirono dopo Bobby Sands tra maggio e agosto del 1981. Gran parte dei repubblicani irlandesi e dei simpatizzanti dell'IRA guardarono a Sands e agli altri nove come a dei martiri che resistettero all'intransigenza del governo britannico, e molti nazionalisti irlandesi che disapprovavano l'IRA, furono scandalizzati dalla posizione del governo britannico.La copertura mediatica che circondò la morte di Bobby produsse un nuovo flusso di attività dell'IRA, che ottenne molti nuovi membri e incremento la sua capacità di raccogliere finanziamenti. Molte persone si sentirono spinte ad aiutare a spezzare la connessione britannica aiutando l'IRA, non vedendo altre opzioni dato l'atteggiamento intransigente dei politici britannici nei confronti dell'Irlanda. I numerosi successi elettorali conseguiti durante lo sciopero spinsero il movimento repubblicano a muoversi verso la politica, e indirettamente spianarono la strada all'Accordo del Venerdì Santo e al successo elettorale del Sinn Féin molti anni dopo.

IL LIBRO: "UN GIORNO DELLA MIA VITA" - DIARIO DI BOBBY SANDS

Durante i primi diciassette giorni di sciopero della fame Bobby Sands tenne, su richiesta della leadership esterna, un diario segreto che avrebbe dovuto registrare giorno per giorno gli eventi più significativi dello sciopero.Questa sorta di promemoria, arricchito dei pensieri più profondi e più veri di Bobby, andò però ben oltre le aspettative dell'I.R.A., divenendo l'addio alla vita di un uomo che era consapevole sin dal primo giorno che il suo destino era quello di morire per la causa. Il Diario non vuole essere un'opera letteraria, ma piuttosto l'ultimo messaggio di Bobby a quella gente, la popolazione irlandese, per cui valeva la pena combattere e se necessario morire.Ciononostante l'opera è attraversata da un tono così sublime e pervasa da pensieri di tale profondità e intensità da regalare al lettore momenti di vera, altissima poesia.Il Diario è però essenzialmente il prodotto dei pensieri di Bobby durante i primi difficilissimi giorni di sciopero della fame: è la testimonianza diretta di un uomo che, ancora giovane, andava incontro al dolore e alla morte con grande rassegnazione e pacatezza, ma anche con una certa curiosità e un certo timore verso ciò che lo attendeva, verso quella dimensione sconosciuta che lo avrebbe accolto. Chi legge questo libro non solo entra nel vivo delle vicende di quel periodo con resoconti dettagliati e veritieri nonostante la prigionia,ma entra nell'animo e nello spirito di un giovane che si sacrifica per la propria terra,di un giovane consapevole della sua imminente fine, un giovane che sorpassa ogni barriera e riesce a scrivere nella precaria e crudele prigionia imposta un diario! diario che è l'emblema di ciò che Sand voleva esprimere, dire a tutta l'irlanda, rinchiuso però in una prigione! Ed è per questo che Bobby Sand supera ogni ostacolo e attraverso dei rotoli di carta igenica passa i resoconti giornalieri del suo diario agli amici dell'esercito! Un'opera quinti ricostruita da stracci di carta ma stracci di immensa profondità!
Questo è un libro che ti appassiona e che ti immedesima nella vita del carcere,nella stessa vita di bobby sands e riuscendo a capire e immedesimarti nello spirito e nel pensiero di una persona in procinto di morire e di fare ingresso in quel modo sconosciuto che Bobby dedica le prime parole del suo "discorso ai posteri"."Mi trovo alla soglia di un altro mondo palpitante. Che Dio abbia misericordia della mia anima. Sono molto triste perché so di aver spezzato il cuore a mia madre, e la mia famiglia deve sopportare il peso dell'angoscia più grande. Ma ho considerato ogni possibilità e ho cercato con ogni mezzo di evitare ciò che è diventato inevitabile: vi siamo stati costretti, io e i miei compagni, da quattro anni e mezzo di atroci disumanità."

LIBRO: CONSIGLIATISSIMO!

E' uscito da poco pure un film,spero di trovarlo di proporlo!

BOBBY SANDS VIVE!

_________________
NOLI OFFENDERE PATRIAM AGATHAE, QUIA ULTRIX INIURIARUM EST
UCT 1946
Torna in cima
Profilo Messaggio privato HomePage MSN Messenger
Adv







MessaggioInviato: Dom Mag 27, 2007 1:52 pm    Oggetto: Adv






Torna in cima
bulbha[/b], ')">bulbha



Età: 34
Registrato: 19/05/07 14:27
Messaggi: 48

MessaggioInviato: Gio Set 13, 2007 11:19 pm    Oggetto:  
Descrizione:
Rispondi citando

Mio cugino mi hai intrippato...
Torna in cima
Profilo Messaggio privato Invia email HomePage MSN Messenger
terronista[/b], ')">terronista
Amministratore


Età: 35
Registrato: 19/05/07 13:29
Messaggi: 67
Località: CT

MessaggioInviato: Ven Set 14, 2007 2:45 pm    Oggetto:  
Descrizione:
Rispondi citando

Identità, appartenenza, sacrificio... quando mi hanno prestato questo libro mi sono "arrizzati i carni" per dirla alla francese! Mr. Green
Posso farmelo riprestare e stampare le copie a chi interessa..

_________________
NOLI OFFENDERE PATRIAM AGATHAE, QUIA ULTRIX INIURIARUM EST
UCT 1946
Torna in cima
Profilo Messaggio privato HomePage MSN Messenger
bulbha[/b], ')">bulbha



Età: 34
Registrato: 19/05/07 14:27
Messaggi: 48

MessaggioInviato: Ven Set 14, 2007 2:58 pm    Oggetto:  
Descrizione:
Rispondi citando

nono, sto già provvedendo per comprarlo..
Torna in cima
Profilo Messaggio privato Invia email HomePage MSN Messenger
Mostra prima i messaggi di:   
Questo forum è chiuso. Non puoi inserire, rispondere o modificare i Topics   Topic chiuso    Indice del forum -> Letture Tutti i fusi orari sono GMT + 1 ora
Pagina 1 di 1

 
Vai a:  
Non puoi inserire nuovi Topic in questo forum
Non puoi rispondere ai Topic in questo forum
Non puoi modificare i tuoi messaggi in questo forum
Non puoi cancellare i tuoi messaggi in questo forum
Non puoi votare nei sondaggi in questo forum
Non puoi allegare files in questo forum
Non puoi downloadare files da questo forum


Powered by MasterTopForum.com with phpBB © 2003 - 2006